Scuola dell'Infanzia, Primaria e Secondaria di 1° Grado ad indirizzo Musicale - C.P.I.A. Centro Provinciale Istruzione Adulti

logo intestazione

Piazza Nusco, 14 - 74013 Ginosa (Ta) - Tel. +39 099.8290405
Codice Meccanografico: TAIC82500R - Codice Fiscale: 90121930730

Vivere il presepe tra mestieri, suoni e tradizioni

 

Il Natale, nella nostra tradizione storica, significa soprattutto Presepe, infatti il Presepe costituisce una familiare e quanto mai espressiva rappresentazione del Natale. E’ un elemento della nostra cultura e dell’arte, ma in primis un segno di fede in Dio che è venuto ad abitare tra noi.

Il presepe vivente è arte, teatro, evocazione storica, misticismo e attualmente rappresenta ormai uno spettacolo che commuove migliaia di persone.

Mercoledì 18 dicembre si è svolta la manifestazione Vivere il presepe tra mestieri, suoni e tradizioni ad opera degli alunni, dei genitori e di docenti nonché personale ATA dell’I. C. Deledda-Bosco. Alle ore 17.30 circa ottocento alunni, accompagnati da docenti e familiari con indosso mantelline rosse e cappellini natalizi con lucine colorate, hanno inondato il paese esibendosi per le vie principali in un simpatico flash mob sulle note natalizie di jingle bells rock. Al termine del corteo tutti gli alunni suddivisi per classe si sono sistemati nelle proprie postazioni site nel cortile della scuola e sulla piazza antistante il plesso Bosco, oltre al coro Arcobaleno che con le sue voci ha allietato la serata nel sotto-palestra della stessa scuola.

Quella del presepe vivente è una tradizione ormai consolidata per il nostro Istituto e quest’anno, diversamente dagli anni precedenti, si è deciso di cambiare location spostando lo scenario dal classico centro storico al quartiere dove è dislocata la scuola proprio per valorizzarne lo stesso, che è stato trasformato nella location perfetta per questa antica rappresentazione.

Per la realizzazione nulla è stato lasciato al caso, tutto è stato curato con estrema cura e attenzione fino a rendere ogni piccolo particolare importante e caratteristico, riportando in vita vecchi mestieri, quasi dimenticati, e scene di vita quotidiana. Occuparsi dei costumi e costruire gli scenari e gli ambienti dalla capanna della natività alle varie botteghe, ha impegnato alunni, docenti e genitori, ma il risultato è stato anche quest’anno qualcosa di inaspettato. L’allestimento di ogni ambiente ha portato alla conoscenza della storia passata: u cuanestràle, le zappatòre, u sruwìzzie, le furnàle, l’ urtulan, u ferràre, u veggnaiuòle, le lavannàre, le spezziàle, le furnasciàle, le filatrìsce, la ricamatrìscie e le sartüre u scuarpàre, la massàre, u faleggnàme, la mèstre de la cape, la petè dù retràtte, u cuasàte, le peteje du fotògrafe, tavèrne, le fàttere attürne ò frascière, u trappite … tutto come il villaggio agreste dell’antica Ginosa. Ognuno ha sentito il proprio ruolo, immedesimandosi e rendendo questa rappresentazione ancora più realistica. Entrare nell’atmosfera del presepe vivente ha significato abbandonarsi alla magia di un mondo tanto diverso dal nostro. Un mondo in cui l’uomo ritorna con la sua semplicità ai suoi veri valori. Lo spettacolo è stato cosi emozionante e carico di sentimenti da farci credere quasi di ritrovarci nel passato.

Il successo della manifestazione è stato senz’altro decretato dalla miriade di visitatori, che hanno potuto ammirare, esterrefatti, curiosare nelle varie botteghe ascoltando poesie, filastrocche e musiche varie.

Ringraziamo la nostra dirigente scolastica Dott.ssa Luciana Lovecchio e il DSGA dott. Giambattista Rosato per aver sin da subito supportato e sostenuto questa grandiosa manifestazione; i nostri sponsor: Automobili BASTA, BITETTI Edilscavi e le cantine DEL DONNO; gli insostituibili genitori che, con la loro fattiva e spontanea collaborazione, hanno ancora una volta confermato l’importanza dell’indispensabile connubio scuola-famiglia e territorio.

Il compito di coordinare il lavoro di progettazione e realizzazione in tutte le sue parti (scenografia, illuminazione, audio, sponsor, logistica, etc) è stato svolto egregiamente dalla maestra Mina De Biasi che, ancora una volta, con la sua grinta ed il suo entusiasmo ha saputo coinvolgere alunni, genitori e colleghi regalando momenti di festa e spensieratezza a tutta la comunità ginosina.

Non resta che augurare a tutti un sereno Natale ed un prospero 2019!

Addetto stampa

Prof.ssa Emanuella Antezza

 

eipass

ILCOR AED sign svg

PRESSO IL PLESSO "S.G. BOSCO"
E' PRESENTE IL DEFIBRILLATORE

 

LOGO TRINITY

banner MIUR banner BuonaScuola banner ScuolaInChiaro banner USRPuglia banner ATTaranto
banner SIDI banner pon banner sistemaValutazione banner Indire banner invalsi
banner NoiPA banner istanzeonline Banner IoScelgoIoStudio banner intercultura banner comune
Vai all'inizio della pagina